Dicembre 2012: il Gaudio di “Cucina e sapori” su Giornale di Brescia.it

7 Dicembre 2012 – Recensione di Altissimoceto: Dopo avervi raccontato l’inaugurazione con le nostre cartoline, abbiamo lasciato ai fratelli Papa un doveroso periodo di rodaggio per affinare tempi di servizio e automatismi. Di seguito il nostro reportage dettagliato, alla scoperta del loro nuovo progetto, il primo interamente loro…

8 Giugno 2012 – Recensione di Altissimoceto: Cartoline dall’inaugurazione del Ristorante Gaudio
La gradita recensione di Altissimoceto è on line con tanto di immagini dell’inaugurazione.Buona lettura!

15 Giugno 2012 – Recensione di Touring Club: Recensione di Touring Club
La gradita Recensione di Touring Club è on line.Buona lettura!

 Ristoranti d’Italia 2012 – GAMBERO ROSSO – Guida 2011 Punteggio 81 – Due Forchette – 48 Cucina – 16 Cantina – 16 Servizio – 1 Bonus – Guida 2010 80 punti  

I Fratelli Papa operano in un piccolo centro agricolo vicino a Brescia e stanno crescendo molto bene (Bonus). Giambattista in sala si distingue per professionalità e passione, spiegando con orgoglio le creazioni del fratello e trovando vari accostamenti enologici, pescati da una carta di respiro internazionale. In cucina Diego sta spiazzando tutti, per la sua innegabile mano, per i suoi gusti, le sue influenze che virano tra Europa ed Oriente, in un vortice gastronomico talvolta azzardato ma di grande effetto. In una delle tante visite di quest’anno abbiamo apprezzato la tartare di baccalà, grani di senape, cedro verdure e gambero viola (grande materia prima), il filetto di sogliola al tartufo con salsa alla zabaione salato al rosmarino. Piacevolissimi i tagliolini di pasta all’uovo mantecati al foie gras con filetti di triglia di scoglio e pesto di carciofi. Il riso selvatico in padella con astice e verdure alla soia e peperoncino non è un piatto “facile” ma convince per gli evidenti contrasti. Da applausi la qualità del tonno di Carloforte ai fiori di timo con fagliolini e salsa alle spezie. Chiusura con la golosa mousse al cioccolato bianco con coulis di amarene , pistacchi di bronte ed essenza di liquirizia. L’ambiente, già affascinante, dovrebbe trovare a breve nuovi e ancor più consoni scenari. La cucina è l’espressione della cultura di coloro che la praticano: passione autentica per l’eccellenza della tavola, rispetto per le materie prime e ricercatezza di armonie ed e equilibrio.

GUIDA CRITICA GOLOSA 2012 

Locale Radioso

Siete nella Bassa Bresciana, in un vero castello, dalle sale accoglienti e solenni, dall’atmosfera suggestiva. Dopo l’interessante entrée di acciughe caprino salsa ai frutti rossi e fragole, arriva il primo grande piatto della serata, ovvero gli scampi e gamberi con verdure in tempura e salsa agrodolce.  Tra gli antipasti buono il girello di vitello cotto al giusto rosa con tortino di ricotta ovina taccole e pomodori secchi. Si continua con i gustosi tagliolini di pasta all’uovo mantecati al foie gras con filetti di triglia di scoglio e pesto ai carciofi, gli altrettanto meritevoli cavatelli lavorati a mano con ragout bianco di guanciale di vitello verdure e tartufo. Tra i secondi è fantastica la gallinella di mare e gamberi rossi allo spiedo di erba limoncina con purea di piselli novelli e infuso di fiori di camomilla e thè verde, e perfetto il filetto di manzo marezzato gratinato al lardo ed erbe aromatiche con puntarelle cotte e crema di castlemagno e sedano rapa. L’incanto della cena continua con le dolcezze finali. Eccone tre, tutte stupende: pera williams glassata alla vaniglia con gelato al mascarpone e gorgonzola con crema inglese e bignè al cioccolato fondente, semifreddo alle mandorle di Sicilia con albicocche candite, croccante e crema all’acquavite di moscato rosa, crostatina al frutto della passione e meringa gratina con sorbetto al latte di cocco e coulis di Mango. La carta dei vini è ottima.

BIBENDA GUIDA RISTORANTI 2012 (4 Baci)

In pochi anni i fratelli Diego e Giambattista Papa hanno fatto molta strada e oggi il loro ristorante all’interno di un antico castello può essere a buon diritto considerato una delle mete più interessanti del bresciano. Un contesto di particolare atmosfera, elegante e raffinato, con ambienti affrescati, tavoli tondi e ben distanziati e mise en place curatissime, con la possibilità in estate, di accomodarsi all’aperto in ameno giardino. Un carta dei vini con tante etichette di valore e un servizio di quelli “giusti” orchestrato da Giambattista. Diego, invece, è in cucina a preparare piatti giudiziosamente creativi basati su genio e materie prime di qualità.

 TOURING CLUB  2012 (tre forchette)

In un castello medievale sapientemente ristrutturato, senza alterarne il fascino e la struttura originaria, un locale sobrio ed elegante, dalle sale affrescate e con tavoli tondi e ben distanziati, per trovare la giusta intimità. La cucina è di ricerca, ma con un occhio sempre puntato alla tradizione bresciana e lombarda, il menu varia con il variare delle stagioni e i piatti sono una delizia anche per gli occhi. Pregiata carta dei vini e ottimi distillati, in continuo aumento

ESPRESSO  2012 (Voto 13,50)